Mostra fotografica “I Wonder if You Can

Il bastione dell’Amore rappresenta il punto di inizio del percorso fotografico all’aperto della mostra “I wonder if you can” che si tiene nella stupenda cornice della Fortezza Medicea, una struttura a quadrilatero eretta nel 1560 su disegno di Baldassarre Lanci, per volere di Cosimo I dé Medici, nell’intento di ostacolare qualsiasi iniziativa da parte dei Senesi nel riconquistare l’indipendenza. Dal 1937 è stata trasformata in un giardino pubblico dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama della città e della campagna circostante. Su ogni angolo del forte, si ergono quattro imponenti bastioni pentagonali, secondo lo schema del fronte bastionato all’italiana, denominati “San Filippo”, “San Francesco”, “San Domenico” e “La Madonna”.

All’interno, lungo il perimetro delle mura, corrono ampi camminamenti, e lo spessore stesso delle mura, fiancheggiato da alberature e panchine, è stato trasformato in viali. Al centro dell’area è stata realizzata una struttura a forma di anfiteatro, spesso destinata a spettacoli estivi all’aperto.

L’ingresso, una volta difeso da un ponte levatoio, si trova sul lato di nord-est, in prossimità dei giardini della Lizza.

Informazioni

Fortezza Medicea Siena

Periodo: 24 ottobre – 29 novembre
Sede: Piazza Caduti delle Forze Armate

Ingresso LIBERO

APP sviluppata da inquadrART

Descrizione: una mostra di fotografia Fine Art con collage, doppia esposizione e immagini sfuocate, in cui i fotografi illuminano la grazia e la bellezza del loro ambiente, rivelando verità nascoste del mondo che ci circonda.

La mostra “I Wonder if You Can” presenta il lavoro di fotografi contemporanei che spingono i limiti di questo secolare mezzo oltre la realtà. Gli artisti esposti utilizzano un approccio innovativo alla fotografia per sovvertire le aspettative dello spettatore. La mostra esplora le meraviglie nascoste del mondo che ci circonda: immagini multistrato per illuminare l’esperienza del viaggio, colori audaci e fotografie sfuocate per creare istantanee oniriche di un momento nel tempo, e molto altro ancora. Sfidando le convenzioni della fotografia d’arte, i fotografi hanno sfruttato la bellezza degli eventi quotidiani, dando significato e scopo a scene ed esperienze che altrimenti avremmo potuto dare per scontate.